festival di musica e parole al femminile

domenica 25 febbraio
Legnano
Teatro Città di Legnano - Talisio Tirinnanzi

Parmaconcerti srl presenta
Monica Guerritore
Dall’ Inferno all’infinito


scritto e diretto da Monica Guerritore
regista assistente Lucilla Mininno
disegno luci Paolo Meglio

Monica Guerritore ritorna a "Donne In•canto" nove anni dopo essere stata madrina della prima edizione; e lo fa con lo stesso spettacolo che allora raccolse un grande consenso e decretò il successo del festival: "Dall’Inferno all’Infinito" è un percorso intorno all’intuizione artistica come fonte comune a Maestri lontani tra loro per epoca. E’ da questo spunto che si è generata una ricerca che ci propone un racconto interiore e poetico di uomini e donne che hanno cercato se stessi: un’unica grande anima che narra le infinite vie della testimonianza del Sé.
La forza creativa dell’Immaginazione nelle pagine di Elsa Morante e di Edgard Allan Poe accompagnano la discesa nel nero, nell’intima natura umana che Dante mette nei canti iniziali dell’Inferno. Wagner, attraverso la forza della musica, diventa motore emotivo che precede, accompagna e amplifica il tormento delle passioni amorose (Paolo e Francesca), di abbandono (La tentazione di Patrizia Valduga), e di ferocia come nel canto del conte Ugolino. Di abissi naturali che portano in scena anche figure materne e paterne: Pasolini, Morante.
Il desiderio forte di sradicare parole, testi, versi altissimi dalla loro collocazione “conosciuta” per restituirgli un “senso”originario anima l’intensità di Monica.

lunedì 12 febbraio
Parabiago - San Lorenzo
Discoteca Empyre

Gran Galà del Decennale
con la madrina d’onore
Claudia Cardinale

con la partecipazione dei maestri del Quartetto d’archi dell’orchestra da camera della Città di Legnano Franz Joseph Haydn diretta da Daniele Balleello: violino I: Michela Carù, violino II: Paolo Viganò, viola: Michele Rinaldi, violoncello: Marco Zanolini

ospiti della serata:
Prayan - vocalist mezzosoprano
Ermanna Mandelli - attrice in danza
il collettivo artistico R.E.M.I.D.A.
le dame e cavalieri del “Ballo Debuttanti di Stresa”
Masha Achilli, Stefania Garavaglia e Sofia Guffanti della Società Arteritmica Parabiago

e con l’amichevole partecipazione di:
Corpo Musicale S. Lorenzo e
Corpo Musicale  S. Stefano

gli abiti delle dame del Ballo Debuttanti di Stresa sono stati gentilmente forniti da Boutique Due M di Margherita Di Pietro - Arona, le acconciature a cura di Laura Nannini make-up a cura di Arianna Ariola La Vanitè Aéstetique - Domodossola.

 

Claudia Cardinale, l’attrice italiana più importante degli anni ‘60, identificata dalla stampa internazionale come la donna più bella del mondo, icona di un modello femminile libero, battagliero, conscio della propria bellezza, e deciso nel volersi affermare, portatrice di una voce profonda, sensuale e inconfondibile.
È perfetta per lo speciale ruolo di madrina d’onore della prima edizione a due cifre di Donne In·Canto, che apre con un Galà a lei dedicato per festeggiare il suo grande ritorno sulle scene teatrali ne La strana coppia di Neil Simon, un progetto registico di Pasquale Squitieri, che sta raccogliendo successi sui palcoscenici dei più importanti teatri italiani, e il decennale del nostro festival. Una chiacchierata amichevole, intervallata da ricordi video e da momenti d’arte e bellezza, interpretati dagli ospiti della serata… che si concluderà con il caratteristico ‘cin cin’ per augurare a noi e a Claudia altrettanti anni di successo!

lunedì 19 febbraio
Parabiago - Ravello
Sala Teatro Centro Giovanile Don Bosco

Società per Attori presenta
Piera Degli Esposti
Wikipiera
Intervista Spettacolo

con Piera Degli Esposti

e Pino Strabioli

 

Una coppia inedita nata grazie alla trasmissione di Rai3 Colpo di scena, scritta e condotta proprio da Strabioli, porterà al festival Wikipiera. Uno spettacolo che ha segnato il ritorno alle scene della grande attrice dopo quasi 10 anni di assenza e grazie alla quale Piera Degli Esposti racconta 50 e più anni della sua luminosa carriera: dagli amori impossibili a quelli possibili, dal rapporto profondo e controverso con la mamma alla passione per Bologna, agli incontri fondamentali come quello con Dacia Maraini e Marco Ferreri, Lucio Dalla, De Chirico. E ancora le tante tappe del suo percorso: dall’indimenticabile interpretazione di Molly cara, per cui Eduardo De Filippo sentenziò “Chesta è o vierbo nuovo”, al cinema d’autore (da Pasolini e i Taviani a Moretti e Tornatore, dalla Wertmüller a Bellocchio e Sorrentino) fino agli ultimi successi televisivi Tutti pazzi per amore e Una grande famiglia.